OBIETTIVI La terapia dell’obesità si basa anche sulla prescrizione dell’esercizio fisico, ma la gravità dell’eccesso ponderale può compromettere le capacità motorie ed impedire la piena realizzazione del programma terapeutico. Lo scopo dello studio è quello di valutare la difficoltà motoria e l’efficienza fisica in relazione alla gravità dell’eccesso ponderale in bambini con obesità medio/severa. METODI Sono stati valutati 150 bambini con obesità primaria (71 maschi, 47,3%) di età media di 9,9±2,3 anni, reclutati presso l’ambulatorio Obesità del Dipartimento di Medicina Traslazionale, Università Federico II, ai quali è stato somministrato un questionario mediante intervista sulla frequenza di difficoltà motorie riferite al camminare, correre, saltare, salire le scale, piegarsi e impaccio (domande estrapolate dall’Impact of Weight on Quality-of-Life-Adolescents), sulla partecipazione ad attività sportiva negli ultimi 6 mesi e sulla sedentarietà (ore di televisione). L’efficienza fisica è stata valutata misurando la distanza in metri percorsa nel test del cammino in 6 minuti (6MWT). E’ stato considerato indicativo di obesità severa (OB-Sev) il valore di zBMI > 2.5 (Cacciari et al.). RISULTATI Centosette bambini avevano obesità moderata (OB-Mod) e 43 OB-Sev. Questi ultimi riferivano rispetto ai bambini OB-Mod maggiore frequenza di difficoltà motoria in tutti gli ambiti esplorati, tranne piegarsi (p < 0.02); minore partecipazione ad attività sportive (27.9% vs 55,1% dei bambini OB-Mod, p=0.003); nessuna differenza nelle ore di sedentarietà; una più compromessa efficienza fisica (500,2±4,5 vs 540,3±61,9 metri, p < 0.001). CONCLUSIONI La severità dell’obesità costituisce un importante limite non solo alla pratica sportiva, ma anche allo svolgimento delle comuni attività motorie quotidiane, come il camminare. Ciò implica la necessità di programmi di esercizio fisico adattati alla gravità dell’obesità.

DIFFICOLTÀ MOTORIA, EFFICIENZA FISICA E GRAVITÀ DELL OBESITÀ

GALLARATO, Valeria;TORTORELLI, PAOLA;VALERIO, GIULIANA
2013

Abstract

OBIETTIVI La terapia dell’obesità si basa anche sulla prescrizione dell’esercizio fisico, ma la gravità dell’eccesso ponderale può compromettere le capacità motorie ed impedire la piena realizzazione del programma terapeutico. Lo scopo dello studio è quello di valutare la difficoltà motoria e l’efficienza fisica in relazione alla gravità dell’eccesso ponderale in bambini con obesità medio/severa. METODI Sono stati valutati 150 bambini con obesità primaria (71 maschi, 47,3%) di età media di 9,9±2,3 anni, reclutati presso l’ambulatorio Obesità del Dipartimento di Medicina Traslazionale, Università Federico II, ai quali è stato somministrato un questionario mediante intervista sulla frequenza di difficoltà motorie riferite al camminare, correre, saltare, salire le scale, piegarsi e impaccio (domande estrapolate dall’Impact of Weight on Quality-of-Life-Adolescents), sulla partecipazione ad attività sportiva negli ultimi 6 mesi e sulla sedentarietà (ore di televisione). L’efficienza fisica è stata valutata misurando la distanza in metri percorsa nel test del cammino in 6 minuti (6MWT). E’ stato considerato indicativo di obesità severa (OB-Sev) il valore di zBMI > 2.5 (Cacciari et al.). RISULTATI Centosette bambini avevano obesità moderata (OB-Mod) e 43 OB-Sev. Questi ultimi riferivano rispetto ai bambini OB-Mod maggiore frequenza di difficoltà motoria in tutti gli ambiti esplorati, tranne piegarsi (p < 0.02); minore partecipazione ad attività sportive (27.9% vs 55,1% dei bambini OB-Mod, p=0.003); nessuna differenza nelle ore di sedentarietà; una più compromessa efficienza fisica (500,2±4,5 vs 540,3±61,9 metri, p < 0.001). CONCLUSIONI La severità dell’obesità costituisce un importante limite non solo alla pratica sportiva, ma anche allo svolgimento delle comuni attività motorie quotidiane, come il camminare. Ciò implica la necessità di programmi di esercizio fisico adattati alla gravità dell’obesità.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/27075
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact