In questa comunicazione si propone una metodologia inversa per la caratterizzazione meccanica di modelli d’interfaccia, basata su misure di campo cinematiche, a scale diverse. Si fa riferimento sia a prove in modo I in configurazione simmetrica Double Cantilever Beam (DCB) su giunto adesivo, sia ad una prova di frattura in modo misto su un assemblato con rinforzo a Z per applicazioni aerospaziali. Alla macroscala, le immagini digitali permettono di inquadrare quasi l’intero provino, con una dimensione del pixel di circa 20 micron. Alla scala microscopica, sul lato opposto del provino, viene monitorata con speciali obiettivi una regione di pochi millimetri di lato, con al centro il giunto adesivo, con una risoluzione di circa 2 micron.

Una metodologia inversa basata su misure cinematiche a scale diverse, per la calibrazione di modelli di interfaccia

VALOROSO, Nunziante
2011

Abstract

In questa comunicazione si propone una metodologia inversa per la caratterizzazione meccanica di modelli d’interfaccia, basata su misure di campo cinematiche, a scale diverse. Si fa riferimento sia a prove in modo I in configurazione simmetrica Double Cantilever Beam (DCB) su giunto adesivo, sia ad una prova di frattura in modo misto su un assemblato con rinforzo a Z per applicazioni aerospaziali. Alla macroscala, le immagini digitali permettono di inquadrare quasi l’intero provino, con una dimensione del pixel di circa 20 micron. Alla scala microscopica, sul lato opposto del provino, viene monitorata con speciali obiettivi una regione di pochi millimetri di lato, con al centro il giunto adesivo, con una risoluzione di circa 2 micron.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/25966
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact