Una terza via all'interpretazione del <<nuovo>> art. 705 c.p.c.?