Secondo un approccio costruttivista la conoscenza è il prodotto di una costruzione soggettiva fondata sullo scambio interattivo. La dimensione di gestione e di controllo del processo conoscitivo rende necessario l’utilizzo di strategie formative che la supportino e la alimentino costantemente. Un modello costruttivista di e-learning richiede l’utilizzo di piattaforme congegnate secondo tali dinamiche e che mostrino al soggetto il proprio ruolo di costruttore di conoscenza autonomo e consapevole, piuttosto che di semplice fruitore di un sapere precostruito. L’opzione costruttivista può trovare una significativa declinazione nell’ambito dei nuovi media, i quali, ponendosi in maniera innovativa nello spazio che intercorre tra interno (la mente) ed esterno (la realtà), svolgono un ruolo importante nel risagomare i modelli stessi di realtà e, dunque, i sistemi di aspettative che orientano la conoscenza. La prerogativa della ristrutturazione delle conoscenze trova una speciale allocazione, ed anzi un potenziamento, in riferimento alle piattaforme multimediali: se nel rapporto con la realtà fisica il soggetto costruisce la propria versione della conoscenza creando un modello mentale, nella realtà virtuale il soggetto esternalizza tale modello e lo rende osservabile dall’esterno. L’utilizzo della tecnologia informatica, connessa alle potenzialità della “rete”, consente di plasmare formalmente e strutturalmente un modello di realtà come "oggetto fruibile". L'articolo, in base a tali elementi teorici di sfondo, descrive un percorso di progettazione di una piattaforma e-learning attraverso l'individuazione di linee guida e criteri di matrice pedagogica.

Le piattaforme e-learning: la costruzione attiva della conoscenza

LO PRESTI, Francesco
2005

Abstract

Secondo un approccio costruttivista la conoscenza è il prodotto di una costruzione soggettiva fondata sullo scambio interattivo. La dimensione di gestione e di controllo del processo conoscitivo rende necessario l’utilizzo di strategie formative che la supportino e la alimentino costantemente. Un modello costruttivista di e-learning richiede l’utilizzo di piattaforme congegnate secondo tali dinamiche e che mostrino al soggetto il proprio ruolo di costruttore di conoscenza autonomo e consapevole, piuttosto che di semplice fruitore di un sapere precostruito. L’opzione costruttivista può trovare una significativa declinazione nell’ambito dei nuovi media, i quali, ponendosi in maniera innovativa nello spazio che intercorre tra interno (la mente) ed esterno (la realtà), svolgono un ruolo importante nel risagomare i modelli stessi di realtà e, dunque, i sistemi di aspettative che orientano la conoscenza. La prerogativa della ristrutturazione delle conoscenze trova una speciale allocazione, ed anzi un potenziamento, in riferimento alle piattaforme multimediali: se nel rapporto con la realtà fisica il soggetto costruisce la propria versione della conoscenza creando un modello mentale, nella realtà virtuale il soggetto esternalizza tale modello e lo rende osservabile dall’esterno. L’utilizzo della tecnologia informatica, connessa alle potenzialità della “rete”, consente di plasmare formalmente e strutturalmente un modello di realtà come "oggetto fruibile". L'articolo, in base a tali elementi teorici di sfondo, descrive un percorso di progettazione di una piattaforma e-learning attraverso l'individuazione di linee guida e criteri di matrice pedagogica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/17072
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact