La motivazione delle sentenze nei dibattiti napoletani del tardo Settecento