Il caso brasiliano tra autoritarismo e austerità