La società attuale rivolge sempre maggiore attenzione al corpo, alla sua immagine e alle diverse rappresentazioni della corporeità. La realtà mediatica e dell’immagine, nella quale siamo immersi, contribuisce ad enfatizzare tale fenomeno fino a rendere il corpo un’icona prevalente che si impone, in maniera assolutamente preponderante, su tutte le altre caratteristiche psicologiche e di personalità del soggetto a cui tale immagine viene fatta riferire.In questo panorama nasce un’emergenza educativa palpabile che richiede di infittire la trama del tessuto relazionale tra giovani ed adulti, sempre più sgranata a causa di specchi deformanti la vita reale che finiscono per riflettere la fatica del processo identitario. Alla luce di tali considerazioni, si evidenzia la necessità di uno spazio di lavoro educativo che sia sempre più attento a fornire ai giovani un “filtro culturale”, una sorta di dispositivo metacognitivo che li aiuti a selezionare, controllare, valutare tali fenomeni non solo come esperienze perturbanti ma come delle occasioni di riflessione culturale ed identitaria autonoma e criticamente guidata.

Corpo, corporeità e immagine di sé: un approccio educativo integrato nell’epoca di internet

Maria Luisa Iavarone
2019-01-01

Abstract

La società attuale rivolge sempre maggiore attenzione al corpo, alla sua immagine e alle diverse rappresentazioni della corporeità. La realtà mediatica e dell’immagine, nella quale siamo immersi, contribuisce ad enfatizzare tale fenomeno fino a rendere il corpo un’icona prevalente che si impone, in maniera assolutamente preponderante, su tutte le altre caratteristiche psicologiche e di personalità del soggetto a cui tale immagine viene fatta riferire.In questo panorama nasce un’emergenza educativa palpabile che richiede di infittire la trama del tessuto relazionale tra giovani ed adulti, sempre più sgranata a causa di specchi deformanti la vita reale che finiscono per riflettere la fatica del processo identitario. Alla luce di tali considerazioni, si evidenzia la necessità di uno spazio di lavoro educativo che sia sempre più attento a fornire ai giovani un “filtro culturale”, una sorta di dispositivo metacognitivo che li aiuti a selezionare, controllare, valutare tali fenomeni non solo come esperienze perturbanti ma come delle occasioni di riflessione culturale ed identitaria autonoma e criticamente guidata.
9788867604227
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11367/73834
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact