In questo lavoro sono state valutate le richieste di energia (dirette ed indirette) in un ciclo produttivo di mais (Zea mays). La valutazione è stata realizzata attraverso l’applicazione di due metodiche di analisi energetica: la richiesta lorda di energia (Biondi et al., 1989) e l’analisi emergetica (Odum, 1996). I flussi naturali ed economici utilizzati durante il ciclo produttivo sono stati valutati e convertiti in equivalenti sia energetici (MJ) che emergetici (solar emergy Joule, seJ), al fine di determinare la richiesta lorda di energia per unità di prodotto (una misura della quantità di energia sequestrata nel processo di realizzazione di un bene o di un servizio; IFIAS, 1974) e la sua emergia specifica (una misura del supporto ambientale globale al processo). L’obiettivo dello studio è stato quello di esplorare la capacità di ciascuna delle due metodologie di valutare le richieste di energia, i fattori ambientali e quelli inerenti la scala spazio-temporale del processo colturale. I risultati hanno mostrato che l’analisi energetica e quella emergetica spesso generano una significativa differenza nella ripartizione percentuale delle singole voci di input all’interno del bilancio energetico globale. Inoltre, gli indicatori emergetici, in grado di contabilizzare anche le risorse naturali, il lavoro ed i servizi, hanno consentito di mettere in evidenza la variabilità dovuta alla diversa collocazione geografica e temporale, la quale riflette anche l’evoluzione della pratica agronomica e le relative richieste energetiche. La richiesta lorda di energia fossile per unità di prodotto è risultata in un intervallo 2.38÷7.10 MJ kg-1, mentre il rapporto tra valore energetico del prodotto ed energia richiesta per la sua produzione risulta cadere nell’intervallo 2.07÷5.64, valore tipico per le colture altamente industrializzate. L’emergia specifica del mais, una misura dell’efficienza con la quale il supporto ambientale si trasforma in prodotto, è risultata nell’intervallo 8.31+11÷1.73E+12 seJ kg-1, corrispondente ad una transformity di 6.19E+04÷1.17E+05 seJ Joule-1.

Richieste di energia in agricoltura: valutazione comparata energetica ed emergetica

FRANZESE, Pier Paolo;RUSSO, Giovanni, Fulvio;ULGIATI, Sergio
2006

Abstract

In questo lavoro sono state valutate le richieste di energia (dirette ed indirette) in un ciclo produttivo di mais (Zea mays). La valutazione è stata realizzata attraverso l’applicazione di due metodiche di analisi energetica: la richiesta lorda di energia (Biondi et al., 1989) e l’analisi emergetica (Odum, 1996). I flussi naturali ed economici utilizzati durante il ciclo produttivo sono stati valutati e convertiti in equivalenti sia energetici (MJ) che emergetici (solar emergy Joule, seJ), al fine di determinare la richiesta lorda di energia per unità di prodotto (una misura della quantità di energia sequestrata nel processo di realizzazione di un bene o di un servizio; IFIAS, 1974) e la sua emergia specifica (una misura del supporto ambientale globale al processo). L’obiettivo dello studio è stato quello di esplorare la capacità di ciascuna delle due metodologie di valutare le richieste di energia, i fattori ambientali e quelli inerenti la scala spazio-temporale del processo colturale. I risultati hanno mostrato che l’analisi energetica e quella emergetica spesso generano una significativa differenza nella ripartizione percentuale delle singole voci di input all’interno del bilancio energetico globale. Inoltre, gli indicatori emergetici, in grado di contabilizzare anche le risorse naturali, il lavoro ed i servizi, hanno consentito di mettere in evidenza la variabilità dovuta alla diversa collocazione geografica e temporale, la quale riflette anche l’evoluzione della pratica agronomica e le relative richieste energetiche. La richiesta lorda di energia fossile per unità di prodotto è risultata in un intervallo 2.38÷7.10 MJ kg-1, mentre il rapporto tra valore energetico del prodotto ed energia richiesta per la sua produzione risulta cadere nell’intervallo 2.07÷5.64, valore tipico per le colture altamente industrializzate. L’emergia specifica del mais, una misura dell’efficienza con la quale il supporto ambientale si trasforma in prodotto, è risultata nell’intervallo 8.31+11÷1.73E+12 seJ kg-1, corrispondente ad una transformity di 6.19E+04÷1.17E+05 seJ Joule-1.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/682
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact