La sostenibilità dello sviluppo deve poggiarsi sul rispetto dei principi di eticità ed equità generazionale e fondarsi su una allocazione equilibrata ed efficiente delle risorse tra le sue diverse dimensioni: economica, sociale, ambientale, territoriale e generazionale. Nell'attuale scenario di globalizzazione il territorio sta assumendo un ruolo sempre più importante. Per impostare una strategia di sviluppo competitivo sostenibile, partendo dalle determinanti tradizionali individuate da Porter, un sistema territoriale deve essere in grado di offrire e salvaguardare, in modo strutturale, alcuni peculiari vantaggi competitivi: mantenimento dell'integrità dell'ambiente naturale; salvaguardia delle identità territoriali; presenza di un adeguato sistema integrato della conoscenza; esistenza di un sistema di imprese responsabili; una domanda orientata alle determinanti della qualità della vita; un'azione di governo efficiente ed efficace. È rispetto a questa strategia generale che ciascun comparto produttivo di un sistema territoriale dovrebbe riposizionarsi. In tale prospettiva, il lavoro si propone di offrire spunti di riflessione e di approfondimento relativamente ad un settore produttivo, quello agroalimentare, che forse più di altri, deve trovare, nella dimensione territoriale, una delle leve strategiche per il proprio sviluppo.

Politiche integrate per lo sviluppo competitivo sostenibile dell’agro-alimentare

CESARETTI, Gian Paolo;SCARPATO, DEBORA
2010

Abstract

La sostenibilità dello sviluppo deve poggiarsi sul rispetto dei principi di eticità ed equità generazionale e fondarsi su una allocazione equilibrata ed efficiente delle risorse tra le sue diverse dimensioni: economica, sociale, ambientale, territoriale e generazionale. Nell'attuale scenario di globalizzazione il territorio sta assumendo un ruolo sempre più importante. Per impostare una strategia di sviluppo competitivo sostenibile, partendo dalle determinanti tradizionali individuate da Porter, un sistema territoriale deve essere in grado di offrire e salvaguardare, in modo strutturale, alcuni peculiari vantaggi competitivi: mantenimento dell'integrità dell'ambiente naturale; salvaguardia delle identità territoriali; presenza di un adeguato sistema integrato della conoscenza; esistenza di un sistema di imprese responsabili; una domanda orientata alle determinanti della qualità della vita; un'azione di governo efficiente ed efficace. È rispetto a questa strategia generale che ciascun comparto produttivo di un sistema territoriale dovrebbe riposizionarsi. In tale prospettiva, il lavoro si propone di offrire spunti di riflessione e di approfondimento relativamente ad un settore produttivo, quello agroalimentare, che forse più di altri, deve trovare, nella dimensione territoriale, una delle leve strategiche per il proprio sviluppo.
978-88-568-3209-9
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/4225
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact