Sul ritrovamento di Vibrio cholerae nel lago del Fusaro