Ciampi ed Einaudi tra consonanze e dissonanze. Un parallelo per continuare a discutere