In questo articolo viene fornita una presentazione critica dei principali contributi offerti dalla recente analisi economica al dibattito sul ruolo economico del sindacato nel contesto dell’unificazione monetaria europea. Viene presentata una sintetica rassegna dei principali risultati raggiunti dalla teoria economica in merito all’analisi del comportamento delle organizzazioni sindacali e della contrattazione salariale. Questi modelli economici di sindacato sono stati impiegati estesamente nell’economia del lavoro, nelle recenti analisi macroeconomiche e nelle analisi di politica economica. Relativamente al rapporto tra sindacati ed unione monetaria europea, la teoria economica recente mette in luce due questioni. In primo luogo, la necessità per le autorità di politica economica nazionali di individuare nuovi strumenti di politica per l’occupazione, come la gestione o regolazione degli orari di lavoro. In secondo luogo emerge la questione della struttura della contrattazione a livello europeo, articolata in tre temi specifici: livelli multipli di contrattazione, struttura per gruppi della contrattazione e decentramento o centralizzazione della contrattazione stessa.

La teoria economica del sindacato e la prospettiva europea

MARCHETTI, Enrico
2000

Abstract

In questo articolo viene fornita una presentazione critica dei principali contributi offerti dalla recente analisi economica al dibattito sul ruolo economico del sindacato nel contesto dell’unificazione monetaria europea. Viene presentata una sintetica rassegna dei principali risultati raggiunti dalla teoria economica in merito all’analisi del comportamento delle organizzazioni sindacali e della contrattazione salariale. Questi modelli economici di sindacato sono stati impiegati estesamente nell’economia del lavoro, nelle recenti analisi macroeconomiche e nelle analisi di politica economica. Relativamente al rapporto tra sindacati ed unione monetaria europea, la teoria economica recente mette in luce due questioni. In primo luogo, la necessità per le autorità di politica economica nazionali di individuare nuovi strumenti di politica per l’occupazione, come la gestione o regolazione degli orari di lavoro. In secondo luogo emerge la questione della struttura della contrattazione a livello europeo, articolata in tre temi specifici: livelli multipli di contrattazione, struttura per gruppi della contrattazione e decentramento o centralizzazione della contrattazione stessa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/25631
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact