Il contributo analizza la peculiare questione della posizione giuridica dell'accomandante-amministratore provvisorio che continua a compiere atti di gestione oltre il semestre dal venir meno della categoria degli accomandatari nella società in accomandita semplice. Si sostiene la tesi secondo cui, se la categoria degli accomandatari non è ricostituita entro il semestre, la s.a.s. diverrebbe irregolare, respingendosi l'impostazione secondo cui la società si trasformerebbe tacitamente in collettiva irregolare.

Società in accomandita semplice con soli accomandanti e continuazione dell'impresa

SANTAGATA DE CASTRO, RENATO
2011

Abstract

Il contributo analizza la peculiare questione della posizione giuridica dell'accomandante-amministratore provvisorio che continua a compiere atti di gestione oltre il semestre dal venir meno della categoria degli accomandatari nella società in accomandita semplice. Si sostiene la tesi secondo cui, se la categoria degli accomandatari non è ricostituita entro il semestre, la s.a.s. diverrebbe irregolare, respingendosi l'impostazione secondo cui la società si trasformerebbe tacitamente in collettiva irregolare.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/23144
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact