Monsieur de Jean-Philippe Toussaint et l’or : l’homme minuscule et le symbole “du presque rien” ». In una prospettiva sociolinguistica questo studio propone un’analisi di Monsieur, il secondo romanzo del belga Jean-Philippe Toussaint, inquadrandolo nella filosofia del “minuscule” nel senso suggerito da Adorno nei Minima Moralia e dimostrando come la presenza emblematica dell’oro, questo metallo immobile e inattaccabile dalla maggior parte dei composti chimici, costituisca l’indizio di una beatitudine minerale alla quale Monsieur, uomo “minuscule” aspira.

MONSIEUR DE JEAN-PHILIPPE TOUSSAINT ET L’OR : L’HOMME MINUSCULE ET LE SYMBOLE DU « PRESQUE RIEN

PETRILLO, Maria Giovanna
2013

Abstract

Monsieur de Jean-Philippe Toussaint et l’or : l’homme minuscule et le symbole “du presque rien” ». In una prospettiva sociolinguistica questo studio propone un’analisi di Monsieur, il secondo romanzo del belga Jean-Philippe Toussaint, inquadrandolo nella filosofia del “minuscule” nel senso suggerito da Adorno nei Minima Moralia e dimostrando come la presenza emblematica dell’oro, questo metallo immobile e inattaccabile dalla maggior parte dei composti chimici, costituisca l’indizio di una beatitudine minerale alla quale Monsieur, uomo “minuscule” aspira.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/21980
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact