L'autrice analizza la scrittura di Hervé Guibert che vuole essere minimalista nell'impianto autobiografico: la studiosa evidenzia il ruolo importante che gioca l'ironia sferzante, che favorisce il suo approccio al mondo e alla scrittura stessa, malgrado il pessimismo, e consente a Guibert di vivere con distacco la tragicità della condiziona umana e sua personale, mediante una sorta di poliedrica spersonalizzazione attraverso la quale egli mette in gioco se stesso e il suo rapporto con la realtà.

Il gioco delle parti in Hervé Guibert

2003

Abstract

L'autrice analizza la scrittura di Hervé Guibert che vuole essere minimalista nell'impianto autobiografico: la studiosa evidenzia il ruolo importante che gioca l'ironia sferzante, che favorisce il suo approccio al mondo e alla scrittura stessa, malgrado il pessimismo, e consente a Guibert di vivere con distacco la tragicità della condiziona umana e sua personale, mediante una sorta di poliedrica spersonalizzazione attraverso la quale egli mette in gioco se stesso e il suo rapporto con la realtà.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11367/15815
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact