La grave situazione economico-finanziaria e le carenze manageriali riscontrate nel calcio professionistico europeo all’inizio degli anni duemila hanno condotto l’UEFA ad intervenire con l’istituzione, a partire dalla stagione 2003/04, delle Licenza per club e, successivamente nel 2009, del Financial Fair Play (FFP). Entrambi i provvedimenti sono stati oggetto di periodici aggiornamenti e revisioni nel corso degli anni, progettati per tenere conto dell’evoluzione del settore e delle criticità emerse a seguito della loro applicazione. Se già erano allo studio alcune modifiche da apportare alla versione 2018 della Licenza UEFA e del FFP, i rilevanti impatti economici prodotti dalla pandemia del Covid-19 anche nell’industria del calcio hanno condotto ad un’accelerazione del processo di revisione e, in particolare, ad una riformulazione ancora più radicale (rispetto a quella inizialmente progettata) delle regole di gestione economico-finanziaria dei club da parte della UEFA. Basti pensare in proposito che un’importante novità appare fin dal titolo del nuovo regolamento UEFA, dal quale viene eliminata la denominazione “Financial Fair Play” per sostituirla con “Financial Sustainability”. Tale cambiamento non è solo di natura terminologica, ma sottintende una scelta ben precisa dei vertici della Federazione europea volta ad evitare qualsiasi equivoco e a prestare il fianco a critiche sugli obiettivi perseguiti attraverso la nuova regolamentazione. Oggetto di approfondita analisi all’interno di questo volume (che si rivolge a studiosi, ad operatori del settore e non solo), sono i significativi fenomeni interni ed esterni al settore verificatisi negli ultimi anni e le critiche rivolte al FFP; fenomeni e critiche che nel loro complesso hanno contribuito in misura più o meno determinante ad orientare i vertici della Federazione Europea nel processo di revisione. Ampio spazio, naturalmente, è dedicato all’esame dei principi cardine, delle regole specifiche introdotte e, soprattutto, degli aspetti positivi e dei risvolti negativi del nuovo regolamento UEFA sulle Licenze per Club e la Sostenibilità Finanziaria.

Dal Fair Play alla sostenibilità finanziaria dei club calcistici

VALERI MASSIMO
2022

Abstract

La grave situazione economico-finanziaria e le carenze manageriali riscontrate nel calcio professionistico europeo all’inizio degli anni duemila hanno condotto l’UEFA ad intervenire con l’istituzione, a partire dalla stagione 2003/04, delle Licenza per club e, successivamente nel 2009, del Financial Fair Play (FFP). Entrambi i provvedimenti sono stati oggetto di periodici aggiornamenti e revisioni nel corso degli anni, progettati per tenere conto dell’evoluzione del settore e delle criticità emerse a seguito della loro applicazione. Se già erano allo studio alcune modifiche da apportare alla versione 2018 della Licenza UEFA e del FFP, i rilevanti impatti economici prodotti dalla pandemia del Covid-19 anche nell’industria del calcio hanno condotto ad un’accelerazione del processo di revisione e, in particolare, ad una riformulazione ancora più radicale (rispetto a quella inizialmente progettata) delle regole di gestione economico-finanziaria dei club da parte della UEFA. Basti pensare in proposito che un’importante novità appare fin dal titolo del nuovo regolamento UEFA, dal quale viene eliminata la denominazione “Financial Fair Play” per sostituirla con “Financial Sustainability”. Tale cambiamento non è solo di natura terminologica, ma sottintende una scelta ben precisa dei vertici della Federazione europea volta ad evitare qualsiasi equivoco e a prestare il fianco a critiche sugli obiettivi perseguiti attraverso la nuova regolamentazione. Oggetto di approfondita analisi all’interno di questo volume (che si rivolge a studiosi, ad operatori del settore e non solo), sono i significativi fenomeni interni ed esterni al settore verificatisi negli ultimi anni e le critiche rivolte al FFP; fenomeni e critiche che nel loro complesso hanno contribuito in misura più o meno determinante ad orientare i vertici della Federazione Europea nel processo di revisione. Ampio spazio, naturalmente, è dedicato all’esame dei principi cardine, delle regole specifiche introdotte e, soprattutto, degli aspetti positivi e dei risvolti negativi del nuovo regolamento UEFA sulle Licenze per Club e la Sostenibilità Finanziaria.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11367/111156
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact