La cultura del doping esprime ed incarna nella sostanza la subcultura dell’inganno in quanto, chi sceglie di praticarlo, lo considera una “utile scorciatoia”, una sorta di corsia preferenziale, consapevolmente non-etica, atta a raggiungere rapidamente un traguardo, un obiettivo che, alternativamente, comporterebbe molta fatica, lavoro, impegno e, probabilmente, il rischio concreto di fallimento.

La responsabilità educativa nell’antidoping

Maria Luisa Iavarone
Membro del Collaboration Group
2022

Abstract

La cultura del doping esprime ed incarna nella sostanza la subcultura dell’inganno in quanto, chi sceglie di praticarlo, lo considera una “utile scorciatoia”, una sorta di corsia preferenziale, consapevolmente non-etica, atta a raggiungere rapidamente un traguardo, un obiettivo che, alternativamente, comporterebbe molta fatica, lavoro, impegno e, probabilmente, il rischio concreto di fallimento.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11367/107416
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact